Ci siamo! Il turismo freme per ripartire e metà degli italiani ha già prenotato (Fonte:Repubblica)

Cosa dovranno fare le strutture ricettive per assicurarsi i viaggiatori del post-pandemia?

Niente paura: ecco 6 Idee di Web Marketing Turistico per aumentare le prenotazioni del tuo B&B nel 2021!

Consiglio n.1: Essere OVUNQUE Online

Ammettiamolo, Internet ha preso il sopravvento ed oggi i viaggiatori hanno il potere di fare le proprie ricerche senza nemmeno alzarsi dal divano.

Infatti la maggior parte dei viaggiatori (75%!) utilizza un motore di ricerca per trovare la struttura in cui soggiornare. Quindi, se il tuo B&B non è presente online, non c’è da meravigliarsi se le prenotazioni dovessero essere poche.

Ciò che conta è il concetto di “rilevanza”: devi posizionarti nei portali OTA dove i tuoi probabili ospiti prenoteranno.

Inoltre dovrai assicurarti di avere un sito web veloce nel funzionamento e costruito bene dal punto di vista della SEO, cioè con testi e parole chiave pertinenti al settore turistico-ricettivo.

ALT! Questo non vuol dire che dovrai fare affidamento solo sull’ottimizzazione organica del tuo sito.

Infatti la SERP (=“​la pagina dei risultati del motore di ricerca”) relativa ai b&b è fortemente – monetizzata – il che significa che le persone vedono prima gli annunci a pagamento.

Nella schermata di esempio qui sotto, l’intera prima parte è occupata da annunci Ads di Booking e Trivago.

In primis dovrai essere presente su queste piattaforme che danno la massima visibilità, poi sarà estremamente utile individuare parole chiave giuste per Google (considera anche Hotel Ads!) in modo da posizionare in alto il tuo sito web e ottenere clic.

Così come sarà fondamentale essere attivi su piattaforme social come Facebook e Instagram (anche lì con un budget dedicato alle Ads) e su altri siti come Kayak, Expedia, Vrbo, TripAdvisor ed altro ancora!

Consiglio n.2: Remarketing, Remarketing, Remarketing!

Lo sapevi che il tasso di abbandono delle prenotazioni online è del 75%?! Esatto, ben tre persone su quattro iniziano il processo di prenotazione, si distraggono e abbandonano la loro esperienza web. Chissà se è stato l’ordine del sushi da Deliveroo a interrompere l’acquisto, o l’aver trovato una struttura migliore della tua.

Qualunque sia la ragione, questo non significa che dovresti rinunciare e mollarli…Sono ancora potenziali ospiti!

Sicuramente oggi le persone sono occupate da molte più cose che in passato e la soglia di attenzione su internet si sta abbassando. Ci sono centinaia di modi per distrarsi, non è vero?

Il Remarketing è diventato una componente fondamentale per questo motivo.

Con azioni di Remarketing puoi ridurre il tasso di abbandono e chiudere più prenotazioni mostrando pubblicità allettanti alle persone che hanno già visitato di recente il tuo sito web o il tuo annuncio sui portali più famosi. Gli ricordi che ci sei e li guidi fino all’acquisto del soggiorno nella tua struttura.

Prova a mostrare loro un’Offerta Last Minute con un piccolo incentivo in più a prenotare da te invece che dalla concorrenza e rendi il processo di prenotazione il più semplice possibile!

Consiglio n. 3: Assicurati di rivolgerti al Pubblico Giusto!

Che tipo di struttura stai pubblicizzando e chi è il tuo ospite-tipo?

La strategia sarà diversa per un caratteristico b&b nel centro storico di Roma rispetto al Ritz Carlton da 5 stelle a Boston o sulle spiagge sabbiose delle coste caraibiche. Queste persone prenotano in modo diverso, viaggiano in modo differente e hanno budget difformi.

Per esempio molte grandi catene alberghiere usano strumenti di targeting per identificare clienti con diversi livelli di reddito, dal momento che possono offrire stanze come le suite presidenziali ma anche altre di fascia basic. Questi due tipi di pubblico devono essere attratti e coinvolti separatamente.

Sono cose fondamentali da considerare se vorrai creare campagne efficaci di web marketing turistico! (Approfondimento: come creare una macchina perfetta imparando dai grandi hotel)

Sarà opportuno dividere il tuo pubblico in due/tre campagne separate per assicurarti di inviare il messaggio giusto al cliente giusto e fare colpo!

Grazie agli strumenti di targeting su Facebook e Google questo non è così complesso come una volta. Assicurati solo di dedicare tempo per definire il tuo pubblico di riferimento (Qui scopri come Identificare l’Ospite-Target di una Struttura Ricettiva).

Ad esempio, dai un’occhiata a questo interessante annuncio Ads Facebook probabilmente rivolto a un viaggiatore d’affari con un budget di viaggio relativamente alto.

Consiglio n. 4: Assegna più Budget per Azioni di Web Marketing Turistico durante l’Alta Stagione

I periodi di alta stagione delle prenotazioni differiscono in base alla località. Naturalmente c’è grande differenza tra località sciistiche, marittime e città d’arte. Per esempio, Roma ha il suo “splendore” dalla Primavera in poi fino ai primi di Ottobre (Seguono uno stesso schema Firenze, Milano e Venezia).

Se vivi in una di queste, allora molto probabilmente sei già consapevole di quale siano i mesi migliori del turismo locale.

Il punto è questo: ha molto senso allocare una grossa fetta del tuo budget annuale nella stagione più intensa.

Ciò richiede spesso una pianificazione anticipata, ma niente di complicato: si tratta solo di capire i momenti di alta/bassa stagione nella tua località, agendo poi di conseguenza.

In ogni caso Google e le altre piattaforme pubblicitarie che sceglierai rendono abbastanza facile regolare il budget su base continuativa. Assicurati solo di farlo davvero!

Consiglio n. 5: Fornire Incentivi per Attirare l’Interesse dei Potenziali Ospiti

Perché optare per il tuo b&b? Perchè non scegliere quell’altro lì in una posizione più comoda o a un prezzo migliore?

Il tuo Affittacamere deve avere un motivo che porti i possibili clienti a scegliere te rispetto alla concorrenza.

Se non ci sono ragioni ovvie, come avere i prezzi più bassi o le migliori recensioni, fai un brainstorming con i tuoi collaboratori su alcuni incentivi e offerte uniche che potreste offrire. Ad esempio,  concedere a tutti gli ospiti che vengono per la prima volta uno sconto del 15%. Puoi fare meglio, ne sono sicuro 🙂

Gli incentivi sono anche ottimi per creare un senso di urgenza che vada a spronare le persone a prenotare la tua struttura, prima che perdano un’offerta speciale a tempo limitato. Funziona sempre!

Consiglio n. 6: Costruire Partnership Locali

È probabile che il tuo b&b non si trovi nel mezzo di un deserto. È quasi certo che sia circondato da attività e attrazioni locali, che si tratti di ristoranti tipici, bar, negozi, musei o centri spa.

Conoscere i proprietari delle attività a te vicini è un ottimo modo per realizzare partnership e co-promuoversi a vicenda, soprattutto se stai “commercializzando” un b&b alle prime armi.

Ad esempio, potresti collaborare con una famosa enoteca della zona organizzando una degustazione di vino insieme a un soggiorno scontato nel tuo b&b. Oppure stringere una partnership con quel bar carino all’angolo per uno sconto esclusivo su colazioni e aperitivo. Sono idee che hanno senz’altro grande successo e fascino sul turista internazionale.

Le possibilità sono infinite e dipendono dal contesto in cui sei!

Costruire queste relazioni fa parte di una strategia di web marketing turistico innovativa ed efficace: accrescerà le prenotazioni, la qualità dell’esperienza dei tuoi ospiti…e anche i profitti 🙂

Bene, siamo arrivati alla fine di quest’approfondimento su come aumentare le prenotazioni di un B&B!

Naturalmente sono spunti di web marketing turistico che valgono anche per altre tipologie di strutture, dagli Hotel alle Case Vacanze.

Noi di Ospitare, forti di una lunga esperienza nel settore ricettivo, sappiamo darti i giusti consigli per far decollare al meglio il tuo prossimo business nel turismo!

Qui trovi le strutture che proponiamo al momento, frutto di una selezione molto attenta:

A presto,

Il Team Ospitare 🙂